At First Look | Victor Sanders

Pubblicato in At First Look il Venerdì 3 Luglio 2020, 09:30

Le prime parole, impressioni e curiosità sui nuovi arrivati in casa Aquila Basket: il primo "At First Look" è dedicato al versatile esterno bianconero Victor Sanders!


NONOSTANTE TUTTO

Victor è uno che è sempre stato abituato a sudare, lavorare, e farcela. Farcela nonostante tutto.

Nonostante una madre che lo ha lasciato quando era piccolo, nonostante un padre finito in prigione quando Vic aveva appena 7 anni e uscito quando il talentuoso nativo di Portland stava per finire il liceo.  

Cresciuto a Portland con i nonni paterni, non si è mai dato per vinto. Non ha mai cercato scuse. 

Nonostante un primo anno di college complicato, vissuto ai margini dei suoi Idaho Vandals. 

"Controlla ciò che è controllabile" è uno dei mantra del 25enne statunitense che, diventato papà di una splendida bambina nel maggio 2019, promette di far innamorare di sé i tifosi della Dolomiti Energia. 

«Non posso controllare a chi piaccio, non posso controllare cosa pensano gli altri di me», ci racconta Victor poche ore dopo l'annuncio ufficiale della sua firma con Trento. «Quello che posso controllare è il modo in cui mi alleno, la durezza mentale con cui provo a migliorarmi, la voglia di fare sempre lo sforzo extra per la squadra».  


ENERGY AND FUN

Versatile. L'aggettivo si scrive uguale in italiano e in inglese, ed è lo stesso che usano Vic per descriversi e coach Brienza per presentarlo

«Al di là del ruolo o dell'aspetto tattico del gioco, quello che mi piace in campo è portare energia. Energia e divertimento. Sono un giocatore di squadra, farò il massimo per dare un contributo importante in ogni istante sul parquet e per lavorare duro durante la settimana».  

D'altronde il giocatore ha la stessa mentalità dell'uomo: anno dopo anno è cresciuto, cambiato, ha saputo adattarsi ed evolversi. Prima all'università, trasformandosi da "brutto anatroccolo" a trascinatore della sua squadra a furia di punti, triple e leadership a tutto campo.

E il giusto pizzico di "divertimento".

«Il mio giocatore preferito? Jamal Crawford. Ball-handling e creatività innata. Ma non posso non citare anche Michael Jordan, il più forte di sempre»

Poi in Europa, con il grande salto al mondo dei "pro" vissuto con quella che noi, qui a Trento, chiamiamo #DieHardMentality. Dopo due anni da protagonista in Belgio, è il momento di confrontarsi con campionato italiano ed EuroCup: l'ennesima sfida di un ragazzo che (in campo e fuori) sembra non avere paura di niente. 


BY THE NUMBERS

  • 11 - Il suo numero di maglia preferito: «Non prendetela ancora come una decisione ufficiale ma sì, credo che verstirò quello la prossima stagione a Trento»;
  • 1.804 - I punti che ha segnato in 120 partite con gli Idaho Vandals: è il secondo migliore nella storia dell'università;
  • 2 - Coppe nazionali del Belgio vinte con gli Antwerp Giants;
  • - Il numero di capelli ricci che si porta in testa. 

SOCIAL SIDE 

Potete seguire il nuovo giocatore dell'Aquila su Twitter (@SugaHi11) e Instagram (@suga_hi11).

Victor è carico per la nuova avventura a Trento....

... ma è ancora più carico quando deve prendersi cura della sua bambina! 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Daddy do it for you baby!

A post shared by Vic Sanders (@suga_hi11) on